Seleziona una pagina
In offerta!

Il tacchino induttivista. Questioni di teologia pastorale

14,90

Descrizione

All’interno del complesso dibattito circa l’identità della disciplina che va sotto il nome di Teologia pastorale, questo libro sposa e sostiene le tesi dei “Laterani” – la Scuola romana del Redemptor Hominis, presso la Pontifica Università Lateranense, la quale non prescinde dalla specifica teologicità sia dell’oggetto della materia (l’agire umano-divino della Chiesa) sia del metodo da usare ai fini della progettazione e azione pastorale. La posizione dei Laterani nel dibattito marca un passaggio nella storia della disciplina: dall’ancillarità rispetto alle scienze umane o alla dogmatica, alla propria identità specifica di disciplina teologica. Identità e specificità date dall’oggetto: la fides qua e l’agire ecclesiale; e dal metodo: il discernimento evangelico (o pastorale).
Due fili legano i contributi in cui si articola il libro. Il primo consiste nella proposta di ripensare l’intero dell’azione pastorale, congedando il trinomio evangelizzazione-liturgia-carità, e strutturando due ambiti essenziali: uno ad intra e l’altro ad extra Ecclesiae. Il secondo è dato dalla persuasione che l’azione ecclesiale sia in se stessa eccentrica. Dunque che i temi tradizionalmente sviluppati dalla Dottrina sociale della Chiesa sono parte integrante della Nuova evangelizzazione, e perciò il pensiero teologico-pastorale se ne deve fare carico in termini progettuali.

Informazioni aggiuntive

Autore

Asolan Paolo